easy website maker

20 Storie
Sicilia

Nati per Leggere Sicilia

“Il Vento dei Venti: il viaggio della farfalla”

Vent’anni fa, il Vento dei Venti ha cominciato a soffiare sull’Isola e ha portato la Farfalla di Nati per Leggere sulla nostra terra!


Comincia il suo viaggio dal mare, facendosi cullare dalle onde e volando sulla provincia di Agrigento. Chiamata a gran voce dai pediatri e dagli operatori sanitari, fa la sua prima tappa nel Distretto sanitario di Sciacca, posandosi su tredici ambulatori pediatrici e donando tanti libri ai bambini della scuola dell’infanzia! Col Guarda che Faccia e Lindo Porcello, i bambini scoprono il piacere della lettura e la bellezza dello sfogliare un bel libro. E cosa c’è di più bello di quei sorrisi? A seguire tocca il Distretto socio-sanitario di Bivona, “contaminando” i cinque comuni che ne fanno parte e concretizzandosi in incontri di sensibilizzazione e nel dono del libro ai bambini delle scuole dell’infanzia.


La nostra Farfalla vuole vedere altri sorrisi e allora si dirige decisa a Palma di Montechiaro, il paese del Gattopardo, cospargendo tutte le famiglie e i bambini della magia della lettura! Qui, dopo l’adesione a NpL della Biblioteca comunale “Giovanni Falcone” nel 2002, trova finalmente un vento a favore nel 2009, quando nasce, per la prima volta in Sicilia, un vero progetto Nati per Leggere che, dalla Biblioteca, coinvolge tutta la comunità, i pediatri e gli altri operatori sanitari e le scuole dell’infanzia. Attraverso i pediatri vengono donati i libri ai bambini nel primo anno di vita, così trovano casa in ogni famiglia e nel cuore di ogni bambino, loro rifugio sicuro. Arriva per tutti una grande gratificazione nel 2013: la menzione speciale al Premio nazionale Nati per Leggere, per la sezione Reti di Libri. Ma poteva non fare un giro nella meravigliosa Valle dei Templi? Lì assiste incantata alle letture con i piccoli e le loro famiglie, sotto lo sguardo dei templi, imponenti e silenziosi spettatori. Deve passare poi per gli undici comuni del Distretto socio-sanitario D1 di Agrigento, interessati da un grosso progetto NpL, con tante azioni già svolte e altre in corso di realizzazione (formazione degli operatori e dei volontari, libri per le biblioteche, nascita di presidi NpL, dono libri ai bambini). Sorvola poi anche Menfi, dove grazie alla collaborazione tra l’Istituzione Federico II, sede della Biblioteca comunale, e la pediatra referente del Coordinamento provinciale di Agrigento, è stato avviato un progetto locale, che ha coinvolto tutta la comunità nelle letture a bassa voce che vedono protagonisti genitori e bambini nella magica “Stanza delle Storie”! E dal mare la Farfalla fa un giro in montagna, scalando Cammarata, puntando verso Licata e tornando a Sciacca!


Dopo qualche battito d’ali, arriva velocemente a Trapani riposando nella Biblioteca diocesana del Seminario per ricominciare presto a volare sulle saline di Marsala, dove trova diversi professionisti impegnati in un progetto locale in continua evoluzione, e poi su Mazara del Vallo, ospite della Biblioteca del Seminario vescovile “L’Isola che non c’è”. E non si ferma affatto! Instancabile, oggi torna a volare su Trapani, dove, finalmente, grazie all’impegno della referente provinciale AIB di NpL, è partito un bel progetto con tanto di protocollo d’intesa, formazione di operatori e volontari e dono libri per i bambini; e ancora su Alcamo, dove libri, bambini e genitori si abbracciano insieme in Biblioteca, Paceco e Castelvetrano sino a raggiungere Valderice.


E poi? Poi si giunge a Palermo, in cui vent’anni fa, la nostra farfalla passava silenziosamente per il quartiere di Ballarò, rifugiandosi a Le Balate. Oggi, continua il suo viaggio fra le periferie della città, portando sorrisi e consapevolezze alle famiglie e ai bambini che, con i loro occhioni innocenti e le loro orecchie attente, si lasciano cullare dalle storie a bassa voce. Cos’è oggi Nati per Leggere a Palermo? Oggi è il Punto Lettura a Borgo Vecchio, un rifugio per bimbi e genitori che non conoscevano i libri per piccolissimi e non avevano un posto in cui ritrovarsi. Lo abbiamo inaugurato giorno 25 Novembre 2018 in occasione della Giornata Regionale NpL Sicilia e lo abbiamo donato al quartiere con la promessa di migliorarlo giorno dopo giorno. È la Biblioteca di Brancaccio, piccolo spazio colmo di bambini entusiasti che aspettano quel giorno come il più bello del mese per venire a leggere le storie insieme a mamma, papà e le volontarie.


È la Biblioteca di Quartiere di Danisinni, posto magico, quartiere in rinascita, dove bimbi scatenati si fermano e ascoltano non appena la copertina di Dalla Chioma si spalanca. È Il Piccolo Principe al Capo, piccola gemma nascosta fra le stradine della città, che ci ospita e impreziosisce. Ma la nostra Farfalla è una gran viaggiatrice e si sposta instancabilmente anche in provincia! Vola su Lercara Friddi, dove un bosco incantato ha preso vita dentro Palazzo Sartorio e ha rivelato ai piccoli del paese la magia del libro; vola su Castelbuono dove la Biblioteca ha spalancato le sue porte al territorio; fa un giro su Santa Cristina Gela e la sua bellissima Biblioteca che ha attirato a sé le scuole e tutte le famiglie con la bellezza degli albi illustrati; fa un giro a Carini, paese in cui le Volontarie e la pediatra stendono i tappetoni in biblioteca, nelle scuole, negli studi pediatrici e fanno innamorare le famiglie della lettura; si riposa nella biblioteca di Termini Imerese ammirando i bambini di tutte le scuole e le loro famiglie che leggono insieme, fino ad arrivare a Bagheria e Casteldaccia, dove le pediatre mostrano i libri ai piccolissimi acchiappando le famiglie fin da piccole!


E chi la ferma? Nessuno! È così curiosa che vuole andare a vedere cosa combinano a Messina! E cosa scopre? Che dopo l’esperienza realizzata dall’ASL di Messina nei primi anni e dalla Biblioteca per ragazzi Oasi di Barcellona Pozzo di Gotto, ecco far capolino la Biblioteca Comunale di Messina “Sezione Ragazzi Fata Morgana” e la Biblioteca dei Cappuccini “Bibliolandia”, due realtà in cui la lettura diventa un ponte tra l’adulto e il bambino, un legame insostituibile fra di loro, luoghi in cui si crea un clima di familiarità e di intimità trascorrendo momenti intensi, emozionanti e divertenti! Quanti libri per bambini si possono prendere in prestito in queste due Biblioteche! Ma si possono anche leggere sui tappetoni insieme ai Volontari durante i numerosi incontri di lettura organizzati dalle bibliotecarie! Ma capita anche a lei... a volte la Farfalla è stanca, e cosa fa? Prende il Bibliobus! Un autobus storico che diventa il mezzo di trasporto preferito di Nati per Leggere! Nasce dopo qualche anno di lavoro e diffusione della lettura a bassa voce a Messina e provincia, per raggiungere gli irraggiungibili, e presentare loro la magia di Nati per Leggere. Il Bibliobus arriva colmo di libri, tappeti, cuscini, volontari e... c’è anche un pediatra! Alla prima fermata i bambini salgono insieme a mamma e papà e si divertono ascoltando le storie!


Dopo il viaggio in bus, si ricomincia a volare verso Catania, città del Punto Lettura Sant’Orsola, che ha messo a disposizione del territorio la bellissima biblioteca scolastica! Ma la nostra Farfalla, sempre curiosa, s’intrufola anche a scuola e scopre che nell’IC "P. S. Di Guardo-Quasimodo" è stata dedicata un’aula solo a NpL, frequentata da alunni e docenti della scuola ma anche da genitori del quartiere! Ma già da anni la farfalla era giunta a Mascalucia, contaminando, grazie alla passione della bibliotecaria per il progetto, tutta la cittadina, fino ad ottenere nel 2004 il Premio Bibliocom - Sezione Nati per Leggere, istituito dall’AIB. Riprendiamo il nostro viaggio verso Caltagirone, dove dalla Biblioteca scolastica dell’I.C. Narbone, bella, attrezzata e fornitissima di libri, la dedizione della bibliotecaria ha portato NpL in tutta la comunità. Da lì raggiungiamo la biblioteca di Militello in Val di Catania, calda, accogliente, confortevole, ricca di libri, in cui bibliotecaria e volontarie si spendono per il progetto. E a Pedara, andiamo? Un paesino in provincia dove la nostra farfalla si posa sul consultorio e assiste ai corsi di preparazione alla nascita, insieme all’assistente sanitaria, alla pediatra e alla bibliotecaria! Il coinvolgimento dei futuri genitori è totale, tanto che dopo la nascita dei propri figli, le coppie cominciano a frequentare la biblioteca e le letture a bassa voce organizzate proprio lì. E non si può non volare verso Zafferana Etnea, nella cui Biblioteca comunale “F. Guglielmino”, è stato appena inaugurato “il Regno delle Storie”, con arredi belli e funzionali e una ricca raccolta di libri per i piccolissimi! 


Sorvolando la nostra Isola la farfalla giunge anche a Siracusa. Ecco cosa dice: “Il vento di scirocco mi culla dolcemente sopra l’isola di Ortigia a Siracusa, sento la voce di Pino che legge ai bambini accompagnati dai genitori al museo. Cacca pupu’, Max, Federico fanno ridere e pensare, le loro storie illustrate fanno crescere”. Numerosi negli anni gli interventi in favore di NpL in questa provincia, tra cui il progetto “In Vitro” che ha portato libri per tutte le fasce di età, compresa quella 0-6, e anche la formazione per operatori e volontari NpL. Diversi i progetti locali avviati: a Canicattini Bagni, Lentini, Priolo Gargallo e Sortino. E oggi, grazie al vento favorevole e alla pervicacia della referente provinciale AIB di NpL, la farfalla si posa su tutto il Sistema bibliotecario provinciale!


Non poteva mancare nel nostro viaggio la provincia di Enna! Grazie all’intervento della Soprintendenza BB.CC. e AA., tutti i comuni del Sistema bibliotecario provinciale hanno aderito a NpL! Già diverse attività hanno coinvolto nell’ultimo anno i vari comuni, ma il progetto è ancora in evoluzione e ci riserva delle bellissime sorprese! Un punto fermo nella città di Enna è rappresentato dal Punto Lettura Colibrì, che ha sede all’interno di una bella libreria per ragazzi, dove con tanta passione vengono realizzate numerose attività che coinvolgono i bambini e i loro genitori. Ma voliamo su Catenanuova, perché è appena nato un Punto Lettura NpL! Uno spazio bellissimo, appendice della Biblioteca comunale, arredato di tutto punto e molto articolato, con una ricchissima raccolta di libri NpL. E’ inimmaginabile quello che potrà avvenire in quel luogo!


Anche la provincia di Caltanissetta è stata toccata dalla nostra farfalla! Siamo ancora all’inizio, ma già si avvertono i primi fermenti. A San Cataldo è stato approvato con grande entusiasmo un progetto locale che partito dalla Biblioteca comunale ha coinvolto diversi servizi locali e tutta la comunità!


Ma la Sicilia è grande e la farfalla non può fermarsi adesso! Manca solo la provincia di Ragusa... andiamo?