free site templates

20 Storie
Liguria

Nati per Leggere Liguria

“Il Vento dei Venti: il viaggio della farfalla da Levant a Ponente”

VOLA VOLA LA FARFALLA E TROVA … UN’APE

La simpatia di Alessandro e la particolarità del mezzo che usa per spostarsi e per promuovere la  lettura, la sua coloratissima Ape libraia, fanno sì che riesca a  catturare l'attenzione di numerosi genitori e bambini, anche stranieri. Corniglia è una delle Cinque Terre, animata da folle di turisti in estate, ma dove in  inverno risiedono assai poche persone e quindi paradossalmente periferica. Uno di quei paesi dove non esiste una libreria e dove la promozione della lettura assume una notevole importanza. Alessandro ha tenuto letture per i più piccoli e ha portato in viaggio numerosi libri scelti dalla bibliografia NpL che sono stati immediatamente acquistati.

Rossella Trevisan, referente provinciale La Spezia - NpL Liguria. Incontro tenuto da Alessandro Lana a Corniglia (SP) l'8 agosto 2018


POI SI FERMA E SI RIPOSA SU PETALI DI MOLTI COLORI

Casa Arcobaleno è una Comunità che accoglie mamme e bambini dai primi giorni di vita all’età scolare.

Dal 2010 partecipa attivamente a Nati per Leggere coinvolgendo con grande interesse i piccoli ospiti e le loro mamme. I libri NpL sono sempre disponibili in casa e molto apprezzati dalle mamme che leggono ai loro bambini sia in gruppo che singolarmente È un percorso di crescita che potenzia il lavoro terapeutico individuale e sulla diade madre e bambino. Grazie Nati per Leggere!

Casa Famiglia Arcobaleno, Ortonovo (SP)


LA FARFALLA RINFRANCATA CERCA AMICI E TROVA UN’ONDA!

Dalla passione e determinazione di un gruppo di volontarie NpL nasce il progetto Coccole e libri, un appuntamento che ogni mese porta alla biblioteca De Amicis un’onda gioiosa di passeggini. La ricetta è molto semplice: mamme, papà e nonni con i loro bambini vengono accolti nello spazio morbido della biblioteca; ci si ritrova tutti intorno al telo delle storie, circondati dai libri che prendono vita nel calore delle voci delle volontarie. È una lettura a bassa voce, morbida e accogliente, in italiano e in altre lingue, che talvolta diventa canzone e sempre si conclude con chiacchiere e sorrisi. I bambini, già da piccolissimi, sanno che le storie e la lettura fanno rima con relazione e ne ricavano un sano divertimento. E così la biblioteca dei bambini diventa la biblioteca delle famiglie. I genitori ora hanno il loro posto e ci prendono gusto. Il gusto di una scoperta che può continuare a vivere nell’intimità familiare.

Chiara Zingaretti, Il gusto della lettura condivisa: Coccole e libri alla biblioteca E. De Amicis di Genova, dall’autunno 2018


DOVE LA NOSTRA FARFALLA SUPERA UN PONTE CROLLATO E INCONTRA TANTE VOCI IN UNA CASA

Casa della Beata Chiara: sorrido, perché davvero di una casa si tratta. Appena arrivati prepariamo. C’è chi compone il tappeto di gomma, chi espone la locandina, chi posiziona i libri nei carrellini. Un rito poco diverso dall’ apparecchiare la tavola in attesa che arrivino gli amici. Eccoli i nostri ospiti, si spogliano, si accomodano: il salone è grande ma l’atmosfera si fa intima, si parla a bassa voce, che la vita qui fuori fa più rumore. “Leggendo ho visto nei bambini espressioni cariche di meraviglia e suspense” - Alice Maggini, volontaria; “Leggere ai bambini arricchisce loro ma soprattutto noi adulti...” - Francesca Sobrero, operatrice; “… noi adulti che vediamo e tocchiamo con mano la facilità che hanno i bimbi di capirsi e integrarsi al di là delle differenze” - Paola Quercia, volontaria; “I bambini da me si aspettano quella lettura-gioco che li fa scatenare! Ho 50 anni, leggo da 20. Perché lo faccio ? Mi dà gioia la relazione, con i bimbi e con gli adulti, e credo fermamente che un libro possa farci crescere in qualità” - Paolo Ardini, volontario; “Bella atmosfera ieri a Beata Chiara: sei bimbi di cui una autistica e due straniere, tra gli adulti un papà e tre nonni. Un piccolo spaccato di mondo.” Valeria Zen, volontaria.

Testimonianze raccolte da Valeria Zen, coordinatrice Volontari di Genova (Presidio NpL in Valpolcevera contributo AIE c/o Casa della Beata Chiara, nell’ambito di “Un Villaggio per crescere”- Genova Pontedecimo, da novembre 2018)   

         

SVOLAZZANDO SVOLAZZANDO LA FARFALLA FINISCE IN AMBULATORIO

Tra dicembre 2018 e gennaio 2019 abbiamo realizzato una serie di incontri, insieme ad Agorà, che gestisce una realtà SPRAR nella Valle Stura (Comuni di Campoligure, Masone e Rossiglione, provincia di Genova) con la presenza di dieci famiglie di rifugiati. Il primo incontro è stato sull'alimentazione e a seguire siamo andati al supermercato, abbiamo fatto insieme la spesa per comprendere gli ingredienti di una sana alimentazione e poi abbiamo pensato a due incontri per nutrire anche le relazioni e il cuore. Nel primo abbiamo imparato a parlarci: ognuno ha potuto raccontare e gli altri si sono disposti all'ascolto, favorendo lo sguardo attento e il silenzio. Poi abbiamo ricordato e sperimentato il ruolo del contatto fisico e i genitori hanno abbracciato i loro bambini e anche i bambini tra loro si sono abbracciati. L'ultimo giorno abbiamo utilizzato la lettura dei libri senza parole e prima il pediatra e poi i genitori e anche i bambini più grandicelli hanno raccontato, sfogliando le pagine, sia in italiano, sia nelle loro lingue. Abbiamo scoperto il valore della relazione, ci salutiamo con calore adesso e anche in ambulatorio, se ci vediamo per una febbre o per una tosse, ci guardiamo negli occhi.

Giancarlo Ottonello, pediatra di famiglia


E ANCHE IN UNA PICCOLA BIBLIOTECA!

Questa è la testimonianza della biblioteca Civica di Noli (SV) una piccola cittadina della Riviera Ligure di Ponente di 2.500 abitanti che durante i mesi estivi si riempie di turisti. Lavoro in biblioteca dal marzo 2000 e negli anni siamo stati sempre sensibili al tema della lettura con i più piccoli ma è con “Nati per Leggereche la nostra esperienza si è decisamente arricchita, grazie a esperienze di formazione, di scambi con altre biblioteche, con i consultori, con la scuola e con le maestre, che hanno molto apprezzato e sempre partecipato alle nostre iniziative. Con noi collabora anche una volontaria molto attiva. 

Sicuramente c’è ancora molto da fare: innanzitutto coinvolgere maggiormente le famiglie facendo sì che la biblioteca diventi sempre più un luogo d’incontro, di scambio e di crescita. Il nostro sforzo per i prossimi anni sarà quello di inventarci occasioni sempre più vicine a tutte le famiglie e far sì che la biblioteca sia sempre più un posto comodo, allegro, dove si sta bene e dove dispiace andar via per la chiusura. 

Maria Luisa Bonaccorti, Biblioteca “A. Minella”, Noli (SV)



DOVE SI RAGIONA CON ALTRE FARFALLE DI BRUCHI, BOZZOLI E METAMORFOSI…

Era una notte buia e tempestosa … ma no, sto scherzando, in realtà era una bella giornata di sole il momento in cui avevo deciso di saperne di più di Nati per Leggere. Intanto mi piacevano le tre parole che compongono il nome. "Nati" è bello a prescindere, "per" è la mia operazione matematica preferita e "Leggere" beh cosa c'è di meglio se non il leggere? A parte questo la mia prima azione è stata quella di informarmi. Ho chiesto subito a un Signore che sapevo che ne sapeva ma mi ha detto di rivolgermi a dei suoi collaboratori che in effetti erano molto preparati in materia e mi hanno spiegato tutto. Poi ho dovuto cercare un posto dove trovare un angolo, una lettura, una presentazione del programma. Questo non è stato per niente facile perché ho scoperto lì che ogni cosa si faceva sulla Terra. "Sulla Terra?" ho chiesto un po' stupito. Ed è lì, proprio in quel momento, che ho scoperto che ero destinato a nascere nelle prossime settimane. Non ho seguito un corso perché sapevo già parecchio dalla mamma che a suo modo mi comunicava tante cose. Anzi già mi leggeva belle storie e poi ero sicuro che mi avrebbe letto ancora appena sarei nato. Non c'era motivo di aspettare che avessi 2 anni o 15 mesi: subito sotto ad ascoltar storie, che poi per me è una cosa facile perché io fin da quando sono dentro il pancione della mamma non faccio altro che ascoltare: la mamma che canta, il papà che mi chiama, i nonni che fanno sempre domande, la musica. Ascolto tanto io. Ora scusate, ho capito che mi devo preparare, tocca a me. Sto arrivando mamma, eccomi papà. Preparate tante storie.

Paolo Quattropani, Biblioteca “R. Deaglio”, Alassio (SV). La biblioteca di Alassio è attiva nel promuovere NpL dal 2015 


THE ANSWER IS BLOWIN’ IN THE WIND (anche le farfalle amano la musica)

I bambini di Favolando volano felici 

inseguendo sogni

inseguendo libri


Il vento della fantasia 

la voce calda e tranquilla della mamma

la voce forte e sicura del papà 


li trasportano dolcemente 

verso l'alto 

nel viaggio della Vita


Silvia Bonjean, referente provinciale Imperia - NpL Liguria, Biblioteca Civica "L. Lagorio" Imperia. Adesione recentissima (2018) . Il progetto di rete locale si chiama “Favolando”.